Mercato del lavoro e rivoluzione digitale: perché serve una sociologia dell'innovazione

Immagine
Image
inspiring
Inspiring@STEP

Mercato del lavoro e rivoluzione digitale: perché serve una sociologia dell'innovazione

Workshop
-

Come è possibile costruire una larga coalizione dell’innovazione? Quali timori e quali blocchi vanno rimossi perché la tensione verso il futuro non sia limitata a gruppi ristretti ma sia ampia e trasversale sia sul versante anagrafico sia socio-economico? Dove si annidano le maggiori resistenze?

Dario Di Vico è laureato in Sociologia all'università di Roma. Entrato al Corriere della Sera nel luglio 1989 ne è stato anche vicedirettore nelle gestioni Folli e Mieli. Si occupa di economia reale, industria e lavoro. Ha ricevuto diversi premi tra cui il Premiolino, il Campiello per l'economia e il Guidarello. Ha scritto alcuni libri di cui l'ultimo è Nel Paese dei diseguali (Egea editore).